Recensioni di “Questa notte non torno” di Antonella Sbuelz scritte dai ragazzi della 2B del liceo scientifico di Gorizia

Questo romanzo per me non è solo pagine e copertina, ma un intreccio di parole che insieme formano un significato forte e deciso. Ed è proprio quel messaggio di empatia, amore e insegnamenti che rende questo libro talmente interessante e scorrevole che ogni dettaglio è importante e significativo.

Giorgia

Una storia di coraggio, fiducia, empatia, amore, sofferenza, silenzio, paura e forza scritta in modo semplice, scorrevole e allo stesso tempo coinvolgente ed emozionante. Un invito ai ragazzi di oggi a non aver paura dei problemi, bensì ad affrontarli e a correre il rischio di vivere la vita.

Chiara Roberta

Ho veramente apprezzato questo romanzo: la lettura è scorrevole e viene trattato un tema molto particolare, quello di un ragazzo proveniente dall’Afghanistan e del suo viaggio per arrivare in Italia. Grazie al paragone con la storia di un adolescente italiano, questo racconto aiuta a rendersi conto della fortuna che si ha avuto essendo nati al sicuro, in un paese pacifico che non è in guerra.

Amelia

Libro veramente interessante e scorrevole da leggere. Mi è piaciuta in particolare la storia e come è stata scritta, cioè presentando i due protagonisti con le loro problematiche che si incontrano e si aiutano a vicenda per superare la notte in tranquillità.

Fernando

Il romanzo “Questa notte non torno” mi è piaciuto molto. Oltre alla storia, avvincente e caratterizzata da un incredibile colpo di scena finale, ho apprezzato anche lo stile utilizzato dalla scrittrice, molti dialoghi e poche parti descrittive, e il linguaggio, semplice e facile da comprendere. Mi è anche piaciuto il fatto di potermi quasi immedesimare e mettermi nei panni di Mattia, un ragazzo come noi. In generale, posso dire che questo romanzo mi è piaciuto molto e lo consiglierei a tutti.

Luca

Storia bella e avvincente. Il romanzo mi è piaciuto molto e i due protagonisti mi sono rimasti impressi nella memoria. Leggere le loro avventure e condividere i loro sentimenti è stata un’esperienza emozionante. Il libro aiuta a riflettere sull’importanza dell’empatia e della solidarietà.

Pietro

Ho letto il romanzo di Antonella Sbuelz tutto d’un fiato. Sono stata affascinata da questa storia coinvolgente, poiché l’intreccio della vita dei due adolescenti, con dolori di natura diversa ed uguali speranze, è stato raccontato con grande sensibilità e delicatezza. Ho amato Aziz, la sua reattività e la sua fuga alla ricerca di un futuro migliore; ho ammirato Mattia, il suo essere empatico e la sua capacità a trasformare la sua rabbia in compassione. L’autrice mi ha insegnato a non essere indifferente ed è riuscita a farmi provare le emozioni dei protagonisti, vivendo direttamente la loro storia.

Clarissa

Ho trovato il romanzo di Antonella Sbuelz molto istruttivo. Mi è piaciuto perché in alcuni passi mi sono riconosciuta nel personaggio di Mattia, pieno di drammi adolescenziali, stupidi se guardati da un pubblico adulto, ma comuni dal nostro punto di vista. D’altro canto è stata illuminante la parte che racconta la storia di Aziz, perché riesce a spiegare in modo chiaro e semplice la tragedia mondiale qual è l’immigrazione di minori, senza però mancare di dettagli. Avrei sviluppato meglio la conclusione, soprattutto dopo le descrizioni dettagliate presenti nel racconto. Tutto sommato, una lettura piacevole e scorrevole.

Emma

Il romanzo mi è piaciuto molto, ben scritto e ben costruito, molto scorrevole. Cattura il lettore e lo porta ad immergersi nel mondo degli adolescenti, nelle loro paure e speranze.

Lo consiglio a tutti Giada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...