Perché sto andando in Siria?

“dialoghi a Scuola”: riflessioni sull’incontro con Viviana Mazza degli studenti del Liceo Scientifico “Duca degli Abruzzi di Gorizia”

di David B. (classe 2B)

“Prima di partire c’erano dei momenti in cui mi chiedevo: “perché sto andando in Siria?”

Sono queste le parole di Viviana Mazza, giornalista del “Corriere della Sera”, che mi hanno colpito di più nel corso di questa conferenza. Mi hanno fatto pensare a quanto consideriamo distanti da noi eventi che accadono su questo pianeta ad altri esseri umani. Tutti sappiamo che in Siria c’è una guerra in corso, che stanno morendo vecchi, bambini, che in molti Paesi del mondo arabo le donne stanno combattendo per i propri diritti, ma sono informazioni che restano confinate in un servizio al telegiornale o in una pagina del quotidiano. Spesso parliamo e giudichiamo i fatti senza dar loro il giusto peso, come se fossero la trama di un film. 

Avere davanti una persona, una semplice giornalista italiana, che racconta i propri timori, paure e speranze su questo mondo è qualcosa che apre ad un nuovo punto di vista.

Effettivamente io e molti altri ragazzi della mia età abbiamo viaggiato e visitato Paesi anche più lontani della Siria, del Pakistan o dell’Arabia Saudita, ma che cosa abbiamo veramente capito di quelle realtà?

Viviana Mazza ha descritto i paesi che ha visitato nei loro aspetti positivi e negativi, smontando numerosi stereotipi presenti nel mondo occidentale. Ha dato molta importanza alla figura della donna, evidenziando le differenze all’interno di paesi ideologicamente vicini: per esempio, mentre in Arabia Saudita ci sono ragazze che combattono per i propri diritti, per la libertà di non indossare il velo e per quella di guidare, in Iran ci sono donne che siedono in Parlamento sostenendo le frange più conservatrici e riconoscendo che il ruolo dell’uomo deve essere diverso da quello della donna.

In sintesi, oltre che allargare la nostra conoscenza sugli avvenimenti del Medio Oriente, questo incontro ha contribuito, a mio parere, a portarci un passo più vicino a questo mondo che ci sembra lontano, ma che in realtà è a due passi da noi.                                                           

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...